Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


martedì 21 agosto 2007

Recensione: La Cosa



Titolo originale: The Thing


Genere: horror
(molto splatter)


Regista: John Carpenter


Stati Uniti 1982



Un organismo extraterrestre capace

di assimilare ed imitare le più diverse forme di vita terrestri si annida all'interno di una base in Antartide;

tra la spedizione di scienziati incomincia ad insinuarsi il dubbio,

e la fiducia reciproca viene a mancare:

di chi fidarsi?




video




Signore e signori, ecco a voi un signor film horror firmato sua maestà John Carpenter.


La Cosa è il remake del film La Cosa da un altro mondo datato anni ’50. Carpenter prende spunto

da una trama semplice ed essenziale e la sviluppa

nel migliore dei modi.


Abbiamo un gruppo di persone bloccate,

“animali in trappola”; un essere alieno che può assumere le sembianze umane che si insinua tra loro;

il dubbio snervante ("di chi mi posso fidare? potresti essere tu la Cosa!"); un livello di tensione tenuto alto

per tutta la durata del film; le musiche di Morricone.


Tutto ciò con il contributo di effetti speciali (a cura di

Rob Bottin) che colpiscono lo spettatore, ovviamente sto parlando delle (disgustose) sequenze nelle quali la Cosa

si trasforma.


Ultima annotazione, ma non meno importante, un ottimo cast con attori davvero "provati" dalla tensione che si sviluppa nell'attesa che la Cosa si manifesti, su tutti un Kurt Russel

dal carisma impressionante.


Gli appassionati del genere sono pregati di vederlo a tutti i costi.



VOTO FINALE: 10 e lode


Scheda dell'IMDb


1 commento:

kikkispini ha detto...

questo è l'unico film di Lord John, che non sono riuscita a guardare..mi faceva troppa paura..devo procurarmelo, e vederlò assolutamente. Anche se sono fermamente convinta che il suo lavoro migliore resterà sempre Halloween, la notte delle streghe..non lo hai recensito, ma sono certa che lo hai visto! se così non fosse, non perder tempo: è un vero capolavoro!