Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


martedì 18 settembre 2007

Recensione: Van Helsing - Dracula's Revenge


Titolo originale: Dracula 3000

Genere: horror fantascientifico
(poco splatter)

Regista: Darrel Roodt

Germania-Sudafrica 2004


N
ell'anno 3000 dopo Cristo una nave spaziale scopre il relitto di un traghetto spaziale il cui equipaggio è stato sterminato da un'entità misteriosa…





Pensavo che Uwe Boll avesse toccato il fondo ma, credetemi, Darrel Roodt con questo film è riuscito a creare qualcosa molto molto molto peggio di House of the Dead.
Un capolavoro del TRASH.

Prima però parliamo un pò di vampiri.
Sono indubbiamente figure affascinanti, a me personalmente piacciono i protagonisti "maledetti" e i vampiri incarnano meravigliosamente questa figura: nel loro animo c'é l'eterna lotta tra bene e il male, la dannazione eterna, nessuna possibilità di pace o salvezza, personaggi comunque perdenti, un po’ sfigati, insomma.
Il loro fascino è anche merito delle affascinanti locations dove si svolgono le vicende: direi che i Paesi dell'Est hanno un fascino particolare, però va anche detto come il vampiro "moderno" si é adattato a vivere nelle caotiche città dei giorni contemporanei.

Due sono le opere che hanno rafforzato il mio amore verso queste figure: il videogioco Vampire The Masquedrade: Redemption e il film horror-western di John Carpenter Vampires con James Woods nel ruolo del cacciatore di vampiri. Due opere un po’ datate, diverse tra loro, ma comunque affascinanti.

Il videogioco mi ha lasciato un segno: le ambientazioni (il monastero dei monaci cappadociani, la cattedrale, il convento, la miniera, la Città Vecchia di Praga e le location di Vienna) e la tormentata storia d’amore tra il protagonista Cristophe e la suora Anezka me le ricordo perfettamente ancora oggi, a 5-6 anni di distanza. Secondo me le ambientazioni migliori sono proprio le città dell'Est, tipo Vienna, Praga, Budapest, Bucarest... possibilmente nel periodo post-crociate...

Però è bella pure la figura del vampiro "moderno": se usata con buon senso... Carpenter nel film prima citato porta i vampiri in Messico: la storia è divertente, i protagonisti azzeccati e ne esce fuori un film decisamente godibile; per non parlare della divertente (e non troppo impegnativa) trilogia di Blade… posso addirittura consigliarvi un film che non ho visto, ma a quanto pare davvero bello: Il buio si avvicina, un horror-western-road movie, a quanto pare uno dei migliori film sui vampiri "moderni" mai realizzato.

Tutto questo discorso per arrivare alla recensione del film... scusate se vi ho annoiato ma mi sembrava doveroso spendere due parole a favore di Dracula & company, poiché questa icona dell'horror è stata letteralmente UMILIATA da questo INSULSO film!

Il cast è composto da otto personaggi, non mi sento di giudicare gli attori per la loro interpretazione, segnalo il rapper Coolio (ma che c**** ci fa un rapper tossicodipendente nel 3000??? ah, cosa non si fa per vendere dischi...), lo scimmione tonto, la bellona di turno (rifatta, e non mi pare neppure tanto bella), lo scienziato paralizzato, il duro capitano e il suo vice.
C'è anche posto per un'apparizione del grande attore tedesco Udo Kier: ma cosa ci fa in questa porcata???

Il vampiro? Già, purtroppo c’è anche lui. MA COME SI FA A TRASPORTARE DRACULA NEL 3000 SU UN’ASTRONAVE??? Chi può avere avuto questa idea geniale??? Pazzesco, tra l'altro Dracula in persona appare con il mantello nero, come nei film classici di Lugosi (poveretto, si rivolterà nella tomba), era meglio un rappresentarlo con un mostro o un alieno, sarebbe stato un atto di rispetto nei confronti di una figura mitica...

I dialoghi sono stati scritti da un deficiente, persino un bambino di 3 anni avrebbe saputo scrivere qualcosa di più decente e meno stupido e volgare (anche se qualche battuta di Coolio fa ridere), tutto ciò messo insieme è spazzatura pura... l'azione fa ridere, le acrobazie fanno pena, le scene di paura sono una disperazione, ve lo giuro, questo film istiga lo spettatore al SUICIDIO!!!

Più chiaro di così… STATENE ALLA LARGA!!!!!!



Voto Finale: 2


Scheda dell'IMDb


2 commenti:

luciano ha detto...

Ne avevo già sentito parlare come di un film orrendamente brutto. Tanto che, a questo punto, comincia a venirmi la tentazione di guardarlo pure io.
(Invece Vampires di Carpenter mi piace moltissimo, cupo e sarcastico, nero e a suo modo romantico, un grande John Woods, le eccellenti musiche dello stesso John)

Marco300 ha detto...

Allora sei masochista! Questo film è orribile!!! Pensaci bene prima di guardarlo!!!

Mi viene voglia di rivedere "Vampires"... la prima volta che l'ho visto lo trasmettevano su Italia uno, in una sera d'estate: fu amore a prima vista! Grande Woods, grande Baldwin, grande film!!!