Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


martedì 30 ottobre 2007

Recensione: Silent Hill



Genere: horror
(molto splatter)

Regista: Cristophe Gans


Canada/Francia 2006



Rose accompagna la figlia adottiva Sharon a Silent Hill, città disabitata che la bambina nomina durante le sue crisi di sonnambulismo.
In seguito ad un incidente la piccola scompare, e la madre dovrà affrontare l’orribile maledizione che grava sulla città per ritrovarla…








Qualche anno fa sul satellite c’era un canale che parlava di videogiochi, ed un trailer mi aveva colpito molto.
Era appunto il trailer di Silent Hill.
Avevo subito capito che non si trattava solo di uno sparatutto (come ad esempio Resident Evil), ma di qualcosa di più “profondo”.


Con qualche annetto di distanza il videogioco viene adattato allo schermo per mano del francese Cristophe Gans, fan del videogioco, il quale ha cercato di creare un prodotto che soddisfacesse gli appassionati della saga ma che riuscisse anche a coinvolgere chi non aveva giocato al videogame. Io il videogioco non l’ho giocato, non è il mio genere. Comunque a mio avviso Gans c’è riuscito.


Tra i pregi c’é la volontà di mettere in scena un incubo ad occhi aperti con una protagonista credibile (bravissima la bella Radha Mitchell), allo stesso tempo fragile e determinata, messa di fonte alla terribile realtà che riguarda la cittadina di Silent Hill.


Proprio la città è il punto di forza del film: la pioggia di cenere ed il suono della sirena che preannuncia l’avvicinarsi dell’oscurità con il sopraggiungere di mostri orribili (Red Pyramid su tutti, ma anche il bidello – o quello che ne rimane… li omaggio in una grande immagine qua sotto: a mio modesto parere valgono assolutamente il prezzo del dvd) non possono lasciare indifferente lo spettatore.
Aggiungiamo altri bravi interpreti (la poliziotta Laurie Holden, che affiancherà Rose nella ricerca di Sharon, il marito di Rose, Sean Bean, ma anche la fanatica a capo della setta e i suoi folli seguaci) ed il più è fatto.





Ma è anche l’estetica del film a colpire. I colori, le scenografie.
Davvero un ottimo lavoro.


Difetti? Nella seconda parte, quando veniamo a conoscenza della setta religiosa che tiene in pugno la città, il regista semina troppi indizi; la ricerca di Rose sfocerà in una scena finale molto feroce e sanguinolenta (tutto quel filo spinato mi ha fatto venire in mente le catene e gli uncini di Hellraiser), che forse stona con l’atmosfera più mesta (ma non meno inquietante) della prima parte del film.
Può quindi accadere che qualche domanda non trovi risposta. Ma poco importa, probabilmente ad una seconda visione lo spettatore troverà tutte le risposte ai dubbi.


Resta un film davvero pregevole, piuttosto splatter per essere un prodotto destinato al grande pubblico (la scena finale mi ha colpito davvero), che consiglio vivamente a tutti gli appassionati dell’horror.


E pure ai patiti del videogioco.




Voto Finale: 8



Scheda dell'IMDb

8 commenti:

Deneil ha detto...

Prima dell sua uscita sembrava che finalmente questo film dovesse risollevare le sorti dei film tratti dai videogiochi (anche se già il primo resident evil non era male affatto) poi quando uscì fu una profonda delusione per chiunque (giocatori e non)..un occhiata ce la darò anche perchè il tuo bel voto qualcosa dovrà dire!

Anonimo ha detto...

Bussisotto http://farmacoultravioletto.splinder.com

Anche io non amo i film tratti dai videogames, in genere sono banali e deludenti, mix di imamgini senza capo nè coda.
Eppure "Silent hill" si eleva di un palmo dalla mediocrità: il senso di angoscia è bene rappresentato, gli attori sono bravi e le ambientazioni sono ottime.
E' un film da vedere, perchè più che horror è un film di "atmosfera"

Marco300 ha detto...

Non sono d'accordo con chi critica questo film, assolutamente.
Ti consiglio di guardarlo senza pregiudizi, potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa. Come testimonia anche il commento dell'amico Bussisotto...

PS: scusate se in questi giorni ho pochissimo tempo da dedicare al blog ma gli impegni universitari hanno la priorità... la prossima settimana parte il sondaggione!!!

Pacioccone ha detto...

Devo ammettere che pur non conoscendo per niente (mea culpa) la trama e le atmosfere del videogioco...questo film mi ha colpito molto...l'ho visto senza nessuna aspettativa e nonostante fossi stato scoraggiato in primis dalle critiche negative preproiezione mi ha affascinato molto....rivisto di recente non ha perso il suo fascino..!!!!

P.s: Evvai parte il sondaggione !!! Ops era il 2007.....

Marco83 ha detto...

Ehm ehm ci conosciamo?

Pacioccone ha detto...

Forse si...forse no....forse v...(cit.)

Marco83 ha detto...

Pagliaccio!!!

fire ha detto...

silent hill è sicuramente il miglior film tratto da un videogioco,anche se poteva far più paura...cmq spero nel secondo,se mai uscirà