Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


lunedì 26 novembre 2007

Recensione: Predator



Genere: azione-fantascienza-horror
(medio splatter)

Regista: John McTiernan


Stati Uniti 1987


Una squadra speciale di commandos parte
per una missione di recupero di alcuni ostaggi.
Nella foresta non si troveranno a combattere solo contro i guerriglieri, ma saranno perseguitati da un’entità misteriosa che darà loro la caccia, il Predator.





Poncho: "Sei ferito! Stai sanguinando".
Blain: "Non ho tempo di sanguinare".



Questo è il classico film che trasmette spesso Italia1
il sabato sera in seconda o in terza serata.
Per fortuna su Sky l’hanno trasmesso qualche sabato fa in pieno pomeriggio.
Certo, farebbe più "effetto" visto di sera,
ma accontentiamoci di quello che passa il convento.


Il film inizia come un Rambo qualsiasi,
con soldati muscolosi, cazzuti e tutt’altro
che galantuomini, ma tant’è.

Però qualcosa non quadra: strani indizi
(uomini scuoiati vivi appesi a testa in giù
agli alberi!) fanno presagire che qualcosa attorno a loro sta succedendo.
Qualcosa di strano, e pericoloso.


Il bello del film è senza dubbio la tensione
(mi è rimasta impressa la scena con protagonista il soldato di colore che nell'attesa che appaia
il mostro - ma loro non sanno ancora che hanno
a che fare con un alieno - si fa passare il rasoio sul volto sudato, e lo spezza e si taglia) che si respira nella prima parte: dopo lo scontro a fuoco con i guerriglieri,
si avverte concretamente una minaccia attorno ai nostri commandos,
ma è un’entità invisibile.
E’ un animale? Impossibile. Guerriglieri? Improbabile.
E se fosse qualcosa di non umano?


Per la prima volta questo gruppo di supersoldati si trova di fronte un avversario superiore,
e molti ci lasceranno le pelle.
Tutti. Tranne uno.
Lui. L’uomo d’acciaio, Arnold Schwarzenegger, calato perfettamente nel ruolo.
Darà filo da torcere all’extraterrestre, aggrappandosi alla disperazione
di chi lotta per la sopravvivenza.


Il mostro esce allo scoperto, soddisfatto
di avere trovato un avversario degno di combattere con lui, e la battaglia vera avrà inizio.
Già perché per chi non l’avesse ancora capito,
il Predator è un alieno giocherellone, si diverte
a girare diversi mondi alla ricerca di avversari contro cui combattere: troverà nel nostro Schwarzy un osso davvero duro.


Resta poco da dire: il film è molto interessante, forse sottovalutato, senza alcun dubbio piacevole e divertente.


E pazienza se c’è qualche ingenuità e banalità
nei dialoghi: penso a quando il Predator si leva
la maschera e Schwarzy esclama “Mio Dio,
sei un mostro
”: casa si aspettava di trovare?
Pamela Anderson? L’orsetto Knut?
E poi da dove sbuca il Predator? Cosa ci fa
nella foresta? Perché proprio lì?


Insomma, in conclusione definirei Predator
un efficace mix tra azione e horror, divertente, spaccone e rude, con un cast all’altezza
della situazione.
Tra i protagonisti anche Carl Weathers,
il leggendario Apollo Creed di Rocky 1, 2, 3 e 4.


Con questo film nasce un mostro leggendario:
il volto del Predator non si scorda facilmente
(a me ricorda un granchio, non trovate?).



Voto Finale: 9



Scheda dell'IMDb

6 commenti:

Anonimo ha detto...

IL GRANDE BOH DICE:
Hanno fatto anche PREDATOR vs ALIEN! per rovinare il finale ha vinto....non ve lo dico

Deneil ha detto...

ah bellissimo predator..classico film d'azione degli anni '80..come non se ne fanno più mi viene da dire..però non hai fatto un accenno al grande mc tiernan, il regista maestro degli acion che più tardi dirigerà willis nel mitico die hard 1 e 3..davvero un gran regista anche se spesso è stato sottovalutato proprio per questo attaccamento al genere..c'è anche un predator2che mi son procurato da poco ma devo ancora vederlo..alien vs predator invece è una vera porcate..l'ho anche recensito..davvero pessimo!rece incisiva e scorrevole come al solito!per quanto riguarda la notizia sul materiale d internet l'avevo letta su un quotidiano..ora vallo a ribeccae..sto cercando un po' in rete ma nisba..

Marco300 ha detto...

x Grande Boh:
Ma non è “Alien VS Predator”? L’ho recensito agli albori del mio blog…
Sai che è in cantiere il sequel? Ritroveremo le due bestiacce e il loro incrocio, il Predalien… così dicono gli addetti ai lavori.

x Deneil: sinceramente McTiernan è un regista che conosco poco. Conosco la serie Die Hard di fama (ho visto che sul tuo bel blog l'hai recensita tutta), i film di azione non mi prendono più di tanto. Comunque l'ho elogiato impicitmente, premiando il suo film.
Predator 2 mi è piaciuto, inserirò la recensione domani o dopodomani; non sono d'accordo con le critiche che ha ricevuto.
Anche a te dico: è in lavorazione il sequel di AVP, con l'introduzione dell'incrocio tra le due razze: che ne pensi???

Marco300 ha detto...

ehm, mi correggo, volevo dire "implicitamente": devo andare un po' più piano con la tastiera...

Sapete cosa tengo tra le mani?
Cannibal Holocaust...
Molto ma molto più avanti su questo blog...

Anonimo ha detto...

Bussisotto:
ciao Marco, grazie per l'sms di incoraggiamento...la situazione è quella che è...

per quanto riguarda Predator lo trovo un lavoro più che dignitoso, sicuramente un film fatto principalmente per sottolineare ancora di più il ruolo da grande eroe di Arnold, ma qualche trovata registica e lo stato di tensione dutante la visione fanno sicuramente la differenza!!
Il secondo è decisamente osceno...
e il Vs fa anche più schifo :o)))

Marco300 ha detto...

Bentornato!
Rinnovo gli auguri di buona fortuna!

Sul sequel allora non siamo d'accordo; forse l'ho un pò sopravvalutato, ma a me è piaciuto molto.

Invece su AVP siamo quasi d'accordo.
E ti dò una brutta notizia.
E' in lavorazione il sequel: c'è anche l'incrocio tra le due razze, il Predalien.
Bah...