Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


martedì 18 settembre 2007

Recensione: Inseparabili



Titolo originale: Dead Ringers

Genere: drammatico

Regista: David Cronemberg

Canada-Stati Uniti 1988


I gemelli Elliot e Beverly Mantle, apprezzati ginecologi, vivono la loro vita in perfetta simbiosi, fino a quando l'incontro con una bizzosa diva hollywoodiana seminerà scompiglio nel loro rapporto.



video



David Cronemberg é un regista molto conosciuto tra i fan dell'horror, celebri suoi film come il remake de La Mosca, Scanners (quello con le teste che esplodono), Brood, la covata malefica, Videodrome per citarne alcuni tra i più famosi.
E' un regista che, a quanto pare, non ha mai sbagliato un film: i suoi sono lavori radicali, asciutti, privi di inutili ghirigori estetici; i temi trattati riguardano il corpo umano, in particolare la carne, e la psiche (vi consiglio Spider).

Inseparabili non è un horror, bensì un drammone che basa tutto sul legame intenso (e direi pure morboso) tra due gemelli, lo spregiudicato Elliot e il più maturo Beverly, illustri ginecologi.
La loro è una vita in perfetta simbiosi, condividono le stesse esperienze, fino al momento in cui una donna speciale irrompe nella loro esistenza: il saggio Beverly perde la testa, la vuole tenere per sé nascondendone l'esistenza del fratello (più disinibito con le donne), ma questo gesto, che spezzerà per la prima volta il cordone ombelicale che li lega, sarà l'inizio della fine per l'equilibrato dottore, il quale sprofonderà nel circolo vizioso di medicinali e droghe.

Cambierà pure il fratello, Elliot, preoccupato per i problemi mentali di Beverly che nel frattempo si è convinto che la donna lo stia tradendo: sarà lui ad occuparsene, trasformandosi in un fratello maggiore premuroso... ma la metamorfosi negativa di Beverly coinvolgerà anche lui.

Esperti del settore considerano questo film il capolavoro di Cronemberg... non so che dire, certamente è superiore ad un film come A history of violence, io preferisco Spider (viaggio di un uomo schizofrenico nei ricordi tristi dell’infanzia), lo trovo più digeribile e un pò meno impegnativo; questo non è il mio genere di film, ma devo dire che mi è piaciuto molto: trattasi di una malinconica storia d’amore non convenzionale... la trama è lo spunto per affrontare il legame affettivo tra i due fratelli (le loro figure si ispirano a personaggi realmente esistiti), e il legame coinvolge ed appassiona lo spettatore, il quale si affeziona ai due gemelli, così diversi eppure così vicini tra loro.

C'é davvero poco da "divertirsi".
E' un film un pò difficile, il ritmo è lento, non aspettatevi balzi sulla sedia o laghi di sangue (anche se quegli attrezzi ginecologici partoriti dalla mente ormai rovinata dalle droghe di Beverly fanno paura alla sola vista... per non parlare dei camici rossi).
E il finale... di una malinconia assoluta...

Resta da dire ancora una cosa.
La caratterizzazione dei personaggi è pressoché perfetta, e un nota di merito va alla STRAORDINARIA doppia interpretazione da parte di Jeremy Irons nel ruolo dei due gemelli: davvero grandioso, guardare per credere.


Voto Finale: 10


Scheda dell'IMDb


2 commenti:

Zapped ha detto...

il mio preferito di Cronenberg e' videodrome, ma questo mi e' piaciuto parecchio.
non dimentichiamo che jeremy irons e' un signor attore e gestisce benissimo la doppia parte!
david cronenberg mi piace anche come attore in "Cabal" diretto da clive barker, in originale "nightbreed", e piacevole quanto inaspettato il cameo in jason x...l'ennesimo capitolo di friday the third

Marco300 ha detto...

Cabal "ce l'ho", però ho intenzione prossimamente di vedere l'altro lavoro celebre di Barker, "Hellraiser".
Anche a me è piaciuto molto Videodrome, spero sarai d'accordo con la mia recensione!