Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


domenica 28 ottobre 2007

Recensione: Hellraiser - Hellseeker


Genere: horror
(medio splatter)


Regista: Rick Bota


Stati Uniti 2002



Trevor è coinvolto in un incidente stradale; malgrado il suo intervento la moglie muore.
Il cadavere però non viene ritrovato, e la polizia indaga.
La memoria lo abbandona, e il ritorno alla realtà non sarà affatto facile: in un mondo popolato da donne lussuriose e perverse ed esseri mostruosi non riuscirà più a distinguere tra incubo e realtà…





video




Ennesimo capitolo dell’infinita saga iniziata dal cult Hellraiser di Clive Barker (importante scrittore del genere horror), questo film non si discosta molto da uno dei precedenti episodi, Hellraiser 5: Inferno, il primo film della saga che io abbia mai visto.


Oddio, Pinhead (il mostro con la testa ricoperta di chiodi) gode di ottima fama tra gli horrormaniaci, ma non avevo mai visto i primi episodi della serie, quindi per me era l’occasione di avvicinarmi al mondo dei supplizianti, pur consapevole di trovarmi di fronte ad un prodotto mediocre.


Per non trovarmi impreparato mi sono un po’ documentato sul web, scoprendo i punti salienti della saga e conoscendo i protagonisti storici: proprio in questo episodio ritroviamo la protagonista dei due primi film, Kirsty, nei panni della moglie di Trevor.
Proprio grazie alle mie ricerche ho ottenuto abbastanza informazioni per capire l’enigmatico finale di questo episodio.


Trevor appare come un uomo vulnerabile, e si è portati a credere alla sua innocenza, ma la memoria, che a tratti riemerge, sembra indicare una realtà diversa: il suo passato cela infatti qualche oscuro piano alle spalle della moglie.
E il presente non è meglio: donne lussuriose che vengono barbaramente uccise, con Trevor unico indiziato, mostri che lo perseguitano, incubi ad occhi aperti: forse è proprio qui che il regista eccede, forzando la mano sulle ripetitive scene di sesso e sulle continue visioni del protagonista.


Per non parlare del finale un po’ confusionario: sono sicuro che chi si avvicina per la prima volta a questa saga non ci capirà un accidente.
Posso però provare a darvi un indizio: Kirsty ha già avuto a che fare con Pinhead e l'allegra banda dei Cenobiti, e con il mostro si è instaurato un rapporto particolare… quindi alla fine il piano di Trevor finisce male e il poveretto rimane fregato…


A mio avviso è un film comunque godibile, non eccessivamente splatter (operazione iniziale e scena finale a parte), con interpretazioni accettabili (tranne l’antipatico commissario di colore), che punta molto sulle allucinazioni del protagonista, che spiazza quindi anche lo spettatore, il quale non capisce se si tratta di realtà o incubo, grazie anche ai colori cupi e alla ambientazioni claustrofobiche.



Voto Finale: 6



Scheda dell'IMDb

3 commenti:

Deneil ha detto...

hellraiser..prima mi vedrò i primi capitoli poi vedrò se continuare..dello stesso autore (barker) ho visto cabal..molto strano ma a me è piaciuto molto!comunque barker è un genio..so che non ami molto la lettura ma sul fronte horror è uno dei migliori scrittori moderni..ed è anche decisamente allucinato!

Anonimo ha detto...

Bussisotto:
la saga di hellraiser ha avuto degli alti e bassi incredibili (un pò come Nightmare, a mio parere). Questa pellicola non è delle migliori, nè in vaolre assoluto nè in relazioni alle altre della serie.Le mie preferenze vanno al primo, ovviamente e al terzo, per la sua violenza ed alcune trovate interessanti

ps: voglio la recensione di Ultimo mondo cannibale !!!
:o)
buon inizio settimana Marco

Marco300 ha detto...

x Deneil: sì di Cabal ho sentito parlare, è un film dove sono protagonisti numerosi mostri partoriti dalla sua immaginazione... e la figura di Candyman, protagonista del film omonimo (che adoro), nasce dalla sua penna. So che Barker è un grande, nella rivista HorrorMania gli hanno sempre dedicato grande spazio!

x Bussy: sei proprio fortunato... avevo deciso di iniziare la settimana con qualcosa di forte, e avevo pensato a UMC... eccoti accontentato!