Google

Benvenuti
nel mio blog.

Se le mie recensioni vi sono state utili, se vi sono piaciute,
se non siete d'accordo, lasciate un segno del vostro passaggio.
E' gratuito e libero.

Per una corretta visualizzazione dei contenuti, è consigliabile utilizzare Mozilla Firefox come browser, e scegliere l'opzione Visualizza-> A tutto schermo.

Grazie.


mercoledì 10 giugno 2009

Recensione: Ken il Guerriero - La leggenda di Hokuto



Titolo originale: Shin Kyûseishu densetsu Hokuto no Ken -

Yuria den


Genere: animazione


Regista: Takahiro Imamura


Giappone 2007



In un mondo devastato dalla guerra nucleare assistiamo alla sfida di due valorosi combattenti: Ken Shiro,

l’unica speranza di salvezza dell’umanità, affronterà il feroce dittatore Sauzer.








Se sto qui a parlare della mia passione per Ken il guerriero facciamo notte.

Mi sembra opportuno evitare di dilungarmi in racconti intrisi

di romanticismo e nostalgia, passiamo al film che è meglio.




Il film racconta la battaglia epica tra le due scuole di combattimento

più importanti, Hokuto e Nanto, rappresentate da due valorosi guerrieri:

Ken Shiro e Sauzer.

Ma dire che questo prodotto si limita a mostrare un combattimento

è a dir poco riduttivo. C’è dell’altro.





La vicenda ci viene raccontata da diverse prospettive, ci permette

di approfondire maggiormente la personalità di Raoul, il fratello maggiore

di Ken, e porta alla luce due personaggi che negli episodi televisivi

non apparivano: Soga e Reina, fratello e sorella.

Soga è il generale dell’esercito di Raoul, Reina il capo della guardia

personale del Re di Hokuto.





Il Raoul che ci viene presentato è un uomo combattuto tra Bene e Male.

Il desiderio di conquista muove le sue azioni, ma la sua non è un’ambizione fine a sé stessa: il suo scopo è ristabilire l’ordine, la pace.

Attraverso la violenza. E’ la ferma e decisa ambizione di Raoul

che affascina Soga e Reina, i quali vedono nel fratello maggiore di Ken

l’unica speranza di salvezza per una civiltà oramai allo sbando.





Tuttavia le recenti vittorie dell’esercito guidato da Raoul hanno prodotto un effetto indesiderato: i suoi comandanti si stanno rilassando.

Di questo passo la situazione potrebbe sfuggire di mano: Soga, consapevole di avere poco tempo da vivere causa male incurabile,

decide di sacrificarsi per il suo Re. Agli occhi di Reina l’uccisione

del fratello da parte di Raoul è una tragedia inspiegabile, ma avrà modo

in futuro di capire.




Parallelamente all’ascesa del grande Re di Hokuto ripercorriamo i passi che hanno portato Ken Shiro a combattere con Sauzer.

Ritroviamo Shu, uno dei personaggi più generosi di tutto il manga.

Il primo incontro tra Shu e Ken da giovane è storia: l'Airone di Nanto,

vincitore del duello, decide di sacrificare la sua vista per salvare la vita

del giovane Ken (in quanto sconfitto doveva morire).





I due si incontreranno di nuovo in futuro, e uniranno le forze

per ostacolare la folle ambizione di Sauzer.





L’imperatore di Nanto mira a conquistare il mondo, e a spazzare via

la Scuola di Hokuto. La sua tecnica combattiva è notevole, ma il vero

punto di forza è nascosto nel suo fisico: il suo corpo infatti nasconde

un segreto. Ken non ne è a conoscenza, e difatti durante il primo duello

ne farà le spese.





Grazie al valoroso sacrificio del figlio di Shu, Shiba, Ken si riprenderà

e si avvierà verso la piramide che Sauzer sta costruendo, appena in tempo per assistere alla morte dell’amico Shu, al quale è spettato il compito

di porre l’ultima pietra (la sua morte è uno dei momenti più toccanti

di tutta la serie tv).





Che lo scontro abbia inizio.





Come detto la trama del film ruota attorno a Ken, Raoul, Sauzer, Soga

e Reina, ma non dimentichiamo gli altri personaggi: troviamo il saggio Toki e i fedeli compagni di viaggio di Ken Burt e Lynn.





Da fan della saga ho trovato questo film interessante, in fin dei conti

non stravolge i nostri ricordi legati al manga, semplicemente ci mostra

un Raoul più umano, introduce due personaggi che direi interessanti,

Soga (che forse meritava un po’ di spazio in più) e Reina, anche se

non posso esprimere il disappunto per quello che definirei

un errore piuttosto grossolano.

Ridurre Sauzer a un cattivo qualsiasi è stato uno sbaglio notevole. Blasfemia!!! Chi ha seguito la sua storia in tv sa benissimo perché quest’uomo ripudi con ostinata convinzione l’amore.

Questo film trasforma Sauzer in un personaggio cattivo… e basta.





Il bello del cartoon era, a mio avviso, il fatto che tutti i personaggi principali, anche quelli più malvagi, avessero nel loro animo

ancora un briciolo di umanità. Penso a Shin, Juda, lo stesso Sauzer

tanto per fare qualche nome.





Concludo consigliando questo film a chi è appassionato della saga,

per chi non sa nemmeno chi sia Ken il guerriero (vergogna!!!)… suggerirei la visione, magari potrebbe invogliare a recuperare questo MERAVIGLIOSO cartoon che ha segnato INDELEBILMENTE

(in positivo, sia chiaro) la mia/nostra “giovinezza”.






Voto Finale: 8 (poteva essere tranquillamente un 10 e lode legato

alla nostalgia, ma avere ridotto lo spessore psicologico di Sauzer

è un errore non di poco conto)



Scheda dell’IMDb



2 commenti:

Fallen Angel ha detto...

*O* il mio adorato KEN!!
Me lo sono vista tutto dalla prima all'ultima puntata entrambe le serie XD non sapevo avessero fatto questo film me lo guarderò il prima possibile ;)

Marco83 ha detto...

... e qualche settimana fa è uscito il secondo film, che ripropone la sfida tra Ken e Raoul... da non perdere!